Mario Sironi - Valutazioni e Quotazioni

Siamo interessati alle opere di Mario Sironi

Se vuoi ricevere la valutazione di un'opera di Sironi o di un'intera collezione, oppure conoscere le nostre modalità di vendita, contattaci ai recapiti che trovi nella sezione contatti, oppure clicca qui

Intanto, se vuoi farti un'idea delle quotazioni delle opere di Mario Sironi, eccoti una guida semplice ed intuitiva

GUIDA ALLE QUOTAZIONI DELLE OPERE DI MARIO SIRONI

Mario Sironi è indubbiamente uno degli artisti più amati dai collezionisti d'arte Italiani ed Europei. 
Nella sua carriera ha realizzato dipinti ad olio su tela e tavola, disegni su carta e qualche rara scultura. 
Per analizzare correttamente le sue quotazioni è necessario suddividere la sua produzione in tre periodi: 
1) Periodo Futurista (1910-1919)
2) Periodo Novecento (1920-1930)
3) Dalla Pittura Murale al dopoguerra (1931-1961)

PERIODO FUTURISTA

Sironi comincia la sua carriera artista nei primi anni del '900 a stretto contatto con Umberto Boccioni, Giacomo Balla e Giovanni Prini, sviluppando quindi inizialmente un linguaggio in stile divisionista che presto, seguendo le orme dei suoi colleghi artisti, muta e devia sulle ricerche futuriste.
Non sarà tra i firmatari del primo manifesto futurista del 1910, e di fatto la sua produzione futurista è molto rara, ciononostante quelle poche opere futuriste che ha realizzato sono molto ricercate e raggiungono spesso cifre di vendita molto alte. 
Il record di vendita per un'opera futurista di Mario Sironi ammonta a 370.000 euro, cifra spesa per un piccolo ma delizioso olio su tela del 1913, cm 40x31. 
Le opere di questo periodo sono talmente tanto rare che è difficile riuscire a stabilire una media attendibile, ciononostante dalle informazioni che abbiamo possiamo prevedere che, un dipinto su tela o tavola di Mario Sironi in stile futurista, può essere quotato e venduto sul mercato tra i 9.000 euro ed i 150.000 euro
Per quanto riguarda i disegni realizzati da Mario Sironi in questio periodo, il record di vendita è stato registrato da una tecnica mista su carta del 1913, cm 48x32, venduto per 318.000 euro. 
Record a parte, la media delle quotazioni dei disegni di Mario Sironi realizzati in questo periodo varia tra i 3.000 euro ed i 90.000 euro

PERIODO NOVECENTO 

E' il 1922 quando Sironi, insieme ad un altro gruppo di artisti, fonda il movimento Novecento Italiano, per un'arte dalla moderna classicità, priva di tecnicismi ottocenteschi e dalle forme geometriche e pure. 
E' indubbiamente questo il periodo più ricercato dai collezionisti di Sironi. 
infatti il record assoluto di vendita di Sironi è stato registrato proprio per un'opera di questo periodo, un dipinto ad olio su tela del 1930, cm 72x82, venduto per 826.000 euro.
In media un dipinto di Mario Sironi realizzato in questo periodo può essere quotato e venduto sul mercato tra i 10.000 euro ed i 400.000 euro
Nella categoria dei disegni su carta, invece, il record di vendita di Sironi è stato registrato da un'opera del 1920, cm 60x40, venduta per 252.000 euro. 
I disegni realizzati da Mario Sironi in questo periodo sono veramente numerosi. Infatti parallelamente all'attività espositiva, Sironi in questo periodo si dedica molto all'illustrazione, specialmente per il giornale Il Popolo d'Italia. A causa del numero elevato di disegni presenti sul mercato, le quotazioni ed i prezzi di vendita in media possono oscillare tra i 1.000 euro ed i 50.000 euro.

Dalla Pittura Murale al dopoguerra

Dagli anni '30 fino alla fine della guerra Sironi trascura la pittura da cavalletto, reputandola ormai superata, dedicando le proprie energie principalmente a grandi progetti pubblici di decorazione monumentale (l'affresco nell'aula magna dell'Università La Sapienza di Roma ne è l'esempio più evidente). Ciononostante non abbandonerà mai del tutto la pittura, realizzato in questo periodo veri capolavori. 
I drammi della guerra e la caduta del fascismo pongono Sironi di fronte allo sgretolarsi delle sue convizioni civili e politiche. Il suicidio della figlia a soli 18 anni peggiora ulteriormente quel disagio esistenziale che lo caratterizzò per tutta la vita. 
In questo periodo i suoi dipinti si fanno via via meno monumentali, l'energia costruttivista lascia il passo a forme sfaldate e allentate, sintomo di una visione esistenzialista più marcata. 
Il record di vendita per un dipinto di Sironi realizzato in questo periodo è di 520.000 euro, cifra spesa per un dipinto su tela del 1938, cm 90x130. 
La media delle quotazioni e dei prezzi di vendita per un dipinto su tela o tavola di Sironi, realizzato in questo periodo, oscilla tra i 4.000 euro ed i 100.000 euro. 
Per quel che riguarda i disegni, il record di vendita è stato registrato da un'opera del 1936, cm 178x136, che è stata venduta per 162.000 euro. 
Anche in questo caso, come per il periodo del Novecento Italiano, i disegni presenti sul mercato sono molti. In media, quindi, un disegno di Sironi può essere quotato e venduto sul mercato tra i 1.000 euro ed i 50.000 euro