Antiquariato - Arredi, Dipinti Antichi e Argenti. - I

Lotto  N.72 

Miniaturista del XVIII secolo

Ghismunda e un'ancella

Tecnica: tempera su avorio
Dimensioni: cm 5,3x4,2 - con la cornice cm 5,8x5

miniatura ovale entro cornice in metallo dorato racchiusa da un cordoncino. Firmata e datata in alto a destra: Ros. C. 1780. L'immagine racconta l'attimo in cui Ghismunda ritratta con il calice contenente il veleno ed il cuore del suo amato Guiscardo, scudiero di Tancredi principe di Salerno e geloso padre di Ghismunda; dopo aver sorpreso i due amanti, Tancredi ordina di uccidere il giovane e di far recapitare il suo cuore alla figlia che per amore decide di avvelenarsi. L'episodio tratto dalla prima novella del quarto giorno del Decameron di Giovanni Boccaccio




mar 1 Dicembre 2020
Orari Asta

Palazzo Celsi, Roma, Corso Vittorio Emanuele II 18, da Giovedì 26 a Lunedì 30 Novembre dalle 10 alle 19
EUR 200,00 / 400,00
Stima